LE 7 CHIAVI NECESSARIE PER DIVENTARE UN’IMPRESA EGO SOSTENIBILE
Se vuoi rendere la tua azienda sostenibile e di crescente produttività, serve un cambiamento profondo che parte dal senso del tuo fare impresa.

LE 7 CHIAVI NECESSARIE PER DIVENTARE UN’IMPRESA EGO SOSTENIBILE

Si legge diventa un’impresa Ego sostenibile, si traduce in CAMBIAMENTO DA DENTRO.

Diventare un’impresa Egosostenibile è necessario se vogliamo aumentare il benessere sociale e il Valore all’interno della nostra azienda. Questo cambiamento parte da dentro, dall’imprenditore, coinvolge il Team e viene percepito dal nostro pubblico.

Un Team che sa lavorare insieme creando valore sociale è scientificamente provato che fattura di più e meglio.

Se stai leggendo questo articolo e sei un imprenditore, allora sicuramente sei in un momento della tua vita in cui oltre a dover sostenere te stesso e le persone che ami, sei chiamato a rendere sostenibile la tua Azienda, a supportare i tuoi collaboratori, i tuoi dipendenti e tutti coloro che vi orbitano intorno. 

Ogni mese devi prendere delle decisioni che riguardano il tuo futuro e quello delle persone collegate a te mentre fai il massimo per fatturare, accontentare i clienti e mantenere le parole date. Anche quando sei tu a farne le spese in termini di tempo investito, energie spese e scarsa valorizzazione del tuo lavoro.

Pensaci bene. Tu perché lo fai?

L’Ego dell’Imprenditore alla base della produttività di un’azienda sostenibile

Ogni imprenditore ha il suo Ego, quella parte di sé che un giorno l’ha spinto ha realizzare e rendere sostenibile nel tempo il suo progetto d’impresa.

Intorno a questa decisione ruotano le vite di molte persone. Dalla famiglia ai dipendenti, dai fornitori alle relazioni professionali collegate.

Serve energia, tonicità, lucidità e capacità comunicative per poter sostenere le tue scelte, supportare i tuoi progetti e costruire intorno al tuo Ego imprenditoriale le basi per una crescita economica, collegata allo sviluppo delle potenzialità singole prima, di gruppo poi e quindi della tua impresa.

Sviluppo sostenibile significa essere compatibili con la salvaguardia dell’ambiente, rispettarlo e renderlo abitabile per garantirci la vita e la proliferazione futura come abitanti di questo pianeta.

Ma non ci salva come imprenditori!

Per essere migliori, avere un approccio vincente e differenziarsi non basta più retribuire i tuoi dipendenti e pagare tutte le spese a fine mese, ma occorre esaltare le loro potenzialità, far emergere i talenti e generare un’esperienza umana e di squadra. 

Serve un cambiamento da dentro, profondo.

La vita in natura ci dimostra che si adatta in funzione dell’habitat in cui cresce come se fosse auto-sostenibile. Allo stesso modo l’imprenditore di oggi deve saper cambiare pelle.

Abbandonare le vesti del capo con i suoi dipendenti e diventare una guida, una persona che ispira, crea spazi ed è circondato da collaboratori attivi e coinvolti nella causa comune.

Avere degli ingredienti e saperli cucinare soddisfa il bisogno di mangiare, ma saziarsi non significa necessariamente esaltarne i sapori singolarmente per creare un’esperienza olfattiva emozionante.

Pensiamo per esempio ai grandi Chef del mondo: loro hanno rivoluzionato il settore della cucina, trasformandolo in business ed esaltandone la percezione del grande pubblico.

Questa metafora è alla base di questo cambiamento interiore dell’identità aziendale: non serve cambiare fuori se prima non modifichiamo, miglioriamo e riconsideriamo il senso e lo scopo del nostro personale ed unico modo di fare impresa. 

Tu sei le domande che ti poni. La produttività è l’effetto delle risposte che ti dai. 

Ti poni mai queste domande?

  • Nella tua azienda fai fatica a delegare?
  • Pensi di non aver trovato le persone giuste?
  • I tuoi collaboratori non sono abbastanza motivati e tocca sempre a te spronarli?
  • Se il collaboratore perfetto esistesse e dipendesse da te renderlo tale, sapresti come?

Spesso sono proprio questi gli errori che fa un imprenditore, credere che se le persone non hanno il suo stesso passo, il suo stesso temperamento sarà indice di poca produttività.

La verità è che ogni persona ha un suo temperamento, una sua modalità comunicativa, ma questo non centra nulla con i suoi scarsi risultati lavorativi.

Ognuno ha un accesso dentro di sé, una porta che conduce al meglio delle sue potenzialità, ma siamo noi imprenditori che dobbiamo avere la chiave per accedere alle sue virtù e per farlo dobbiamo rispondere ad una grande urgenza, quella di migliorarci.

Le 7 Chiavi che ti faranno la differenza come imprenditore e come realtà Ego sostenibile.

È scientificamente provato oggi, le grandi imprese insegnano, che il benessere all’interno di una azienda per un collaboratore non dipende dallo stipendio che prende, ma sono altri fattori che creano motivazione e spingono le persone ad impegnarsi e ad evolvere.

Ricevere una giusta retribuzione, magari anche elevata, è sicuramente uno dei motivi per i quali un dipendente lavora con dedizione, impegnandosi e svolgendo tutti i compiti previsti dalle sue mansioni.

Ma lo stipendio non è tutto. Esistono aspetti fondamentali, delle vere e proprie Chiavi che non si basano esclusivamente sulla retribuzione ma sono in disponibilità in ogni persona quindi vanno sapute rintracciare:

  1. Benessere emotivo: tra gli aspetti positivi del far parte di un team ci sono il senso di appartenenza, che rafforza l’identità personale e l’interdipendenza, in grado di consolidare le risorse positive individuali. Diventa molto utile coltivare nei singoli membri la cultura del prendersi cura e un’attenzione consapevole alle dinamiche che si instaurano nel team per mantenere alta l’appartenenza al gruppo, il confronto e la risoluzione delle dinamiche di “malessere” che possono venirsi a creare nell’ambiente lavorativo.
  2. Impegno: è responsabilità dell’imprenditore saper creare un legame emozionale tra il Team e l’azienda. Il Team sono le mani dell’impresa, coloro che finalizzano gli sforzi fatti e raggiungono gli obiettivi prefissati. Un collaboratore pienamente coinvolto si identifica nella propria azienda per tanto farà tutto il possibile affinché un cliente ma anche un fornitore abbia un’opinione ottimale dell’azienda stessa. Questo si traduce in maggiore appartenenza e maggior produttività.
  3. Etica del lavoro: La parola etica deriva dal greco antico “ethos”, che significa carattere, comportamento, costume. Sono quell’insieme di regole dette e non dette che riguardano ciò che è giusto o sbagliato tra individui all’interno di un contesto di gruppo. Rappresenta la mentalità del Team. Possiamo definire etico il lavoro che offre al soggetto la possibilità di esprimere la propria personalità per mezzo di ciò che fa lavorando. Presenza attiva, fiducia, onestà, appartenenza, proattività, socialità, pianificazione, disponibilità, responsabilità e creatività sono solamente alcune delle regole etiche al servizio della produttività e della crescita del valore aziendale.
  4. Motivazione: saper generare quella spinta interiore che induce nei collaboratori della tua azienda la determinazione a svolgere un compito specifico con impegno e serietà è l’obiettivo di ogni imprenditore. La motivazione riguarda quell’impulso, o forza interiore, che ci porta a svolgere le nostre mansioni volontariamente, impiegando le nostre risorse fisiche e mentali al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.  Nonostante le molte dinamiche, più è alta la motivazione, tanto più una persona svolgerà il suo compito al meglio. Ciò aumenta la produttività, la competitività e migliora il benessere individuale, poiché accresce l’autostima, la sicurezza e il sentimento di autorealizzazione che appartiene ad ogni essere umano. Diventa necessario saper assegnare i giusti ruoli, occuparsi dello sviluppo delle potenzialità singole attraverso progetti formativi e Team work, creare un ambiente di relazioni sane e adulte ed avere una gestione economica volta ad incentivare, riconoscere e premiare i singoli ed il gruppo. 
  5. Soddisfazione: è il processo che porta allo stipendio ed è più importante dello stipendio stesso. La soddisfazione nel compiere delle azioni rappresenta il giusto equilibrio tra interessi personali e mansioni da svolgere, tra le sensazioni sperimentate nel poter utilizzare al meglio le proprie competenze, e la visione personale dell’azienda. E’ la possibilità di costruire una propria identità personale e professionale, che influiscono sul modo di relazionarsi con l’ambiente e di affrontare il compito lavorativo di ogni persona. La soddisfazione sul lavoro dipende da una varietà di fattori che confluiscono in uno stato di benessere della persona stessa. Sommate stipendio, riconoscimenti, relazioni costruttive, ambiente stimolante, crescita personale e professionale ed avrete il benessere collettivo sociale ed economico dell’azienda stessa. Più soddisfatti e più produttivi, non viceversa!
  6. Autostima: autostima significa fiducia in noi stessi e nella nostra capacità di pensare. E’ la fiducia nella nostra capacità di apprendere, di compiere scelte adeguate, di prendere decisioni giuste e di affrontare il cambiamento in modo tonico e proattivo. E’ un aspetto fondamentale per l’imprenditore e per il Team in quanto non sono più solo i dirigenti ad avere bisogno di fidarsi del proprio giudizio, ma ne hanno bisogno tutti compreso il gruppo, e mai come ora. La differenza la fa quanto sarai bravo a creare un ambiente sano, ad alta qualità comunicativa, dove le persone possano aprirsi senza giudizi né etichettamenti, ma fidandosi del gruppo, sentendosi compresi e considerati. Il dialogo individuale e le riunioni di gruppo insieme alle attività esperienziali favoriscono e potenziano lo stato generale dell’autostima del Team e la percezione positiva da parte delle figure esterne ed interne collegate all’azienda.
  7. Autodisciplina: questa parola rappresenta lo stile di vita di una persona. Le sue consapevolezze, le sue regole e soprattutto le risposte alle domande: “chi voglio diventare” e “cosa è davvero importante per me?”. Occorre avere l’umiltà e l’intelligenza di rimescolare gli obiettivi, riplasmarli il più precisamente possibile su ogni persona del Team. Serve avere chiara un’idea di sviluppo. Avere chiaro il “perché” che sta dietro al nostro essere imprenditori per poter trasmettere la Visione che vogliamo raggiungere attraverso i ruoli che ognuno ricoprirà.  L’obiettivo è avere ciascuno il proprio ruolo ed essere convinti dei compiti da svolgere, essere determinati nell’agire ed avere un buono stato d’animo. Essere costanti e responsabili nel proprio operato e mantenere quello stato di lucidità e solidità dettato da una chiara e nitida visione collettiva della mission comune. Ripetiamo, una visione condivisa in termini di crescita economica e sociale.

Tu sei un imprenditore, colui che fa accadere le cose

Tu hai in mano le chiavi per ripartire dal motore di tutti i tuoi obbiettivi professionali e personali: l’Etica del senso, che rappresenta il cambio di marcia, la nuova direzione da prendere in un futuro che ci chiede di essere migliori come singoli e più forti come comunità

Valutare, creare e suggerire nuove motivazioni per cui una persona dovrebbe essere qualcosa o qualcuno significa proiettarsi ad un livello più alto di interazione col Team, con i fornitori e con i clienti. Alzare l’asticella al livello della passione, focalizzandoti su ciò che veramente ha valore per le persone, cosa conta per loro.

E’ necessario stimolare le potenzialità, i talenti, la creatività e niente è più efficace di trovare il senso che muove le persone, a partire da Te stesso.  Ciascun essere umano deve dare un senso alla propria esistenza, vuole sentirsi gratificato e stimolato per poter vivere i suoi valori, il lavoro è il mezzo con cui procedere, le relazioni la ricchezza che si porta dentro e i risultati sono un effetto della sua capacità di essere servizio per il gruppo e per la mission comune.

La tua azienda è la tua casa ed il cambiamento parte da dentro.

Se la tua azienda fosse casa tua, vorresti produrre e coltivare questi valori al suo interno?

In ogni casa che si rispetti, l’attenzione iniziale va sull’infrastruttura, l’arredamento o un particolare dettaglio. Ma sono le persone che la abitano a renderla una casa felice e produttiva, dove si diffondono rispettocoesionepositività e stima reciproca.

 La tua Azienda rappresenta il posto dove è manifesto chi sei e cosa vuoi diventare

La tua azienda è la tua casa

Oggi il mercato è cambiato, si è spostato verso un nuovo modo di percepire un acquisto, un servizio o una transazione.

È importante più che mai l’Esperienza che i nostri clienti vivono scegliendoci, l’impatto che hanno col nostro brand e le relazioni che sappiamo costruire con loro attraverso tutti gli strumenti, off-line e On-line. 

Ma alla base di qualsiasi strategia, investimento o piano aziendale, quello che fa sempre la differenza è la capacità di comunicare chi siamo e cosa facciamo, come lo facciamo e perché.

La tua azienda è la tua casa, Tu e il tuo Team siete coloro che accolgono gli ospiti, i tuoi clienti e il tuo pubblico. Ecco perché un buon gruppo, come una buona famiglia, coopera e agisce con delle solide basi.

I valori come l’onestà, la crescita, la condivisione e l’agire per un obbiettivo comune sono il presupposto su cui costruire un Nuovo abito imprenditoriale.

Tu invece, in qualità di imprenditore nonché padrone di casa, sei in possesso delle chiavi valoriali della tua impresa.

Saperle identificare e conoscerne i giusti accessi contribuisce a creare un ambiente sano e performante, dove il successo del singolo è il successo di tutti.

Riparti dal tuo Ego imprenditoriale, riparti da te!

Cambia le risposte che normalmente ti dai.

Per cambiare le risposte, serve cambiare il senso delle domande.

Proviamo a porci domande diverse, che portano a un senso diverso e rivolto al futuro sostenibile ed  imminente:

  • I miei collaboratori sono felici di far parte del mio Team?
  • Dimostrano una spiccata voglia di creatività ed iniziativa?
  • I progetti vengono consegnati sempre nei termini previsti?
  • Parlano di me come un riferimento nella loro vita?
  • Hanno un forte senso di appartenenza?
  • Guardano l’orologio per vedere la fine del loro tempo di lavoro?
  • Fra i miei collaboratori ci sono relazioni di stima?
  • Un giorno potranno dire fieri “io ho lavorato con lui”? Perché?

Se tutti o alcuni di questi punti mancano all’ interno della tua azienda, c’è qualcosa che sicuramente puoi migliorare. 

Il futuro ci chiede di essere migliori, facciamoci trovare pronti.

LA CRESCITA DELLA TUA AZIENDA DIPENDE DALLA CRESCITA DELLE PERSONE CHE LA RAPPRESENTANO

Se sei un’imprenditore e hai voglia di farci conoscere la tua azienda ed il tuo modo di fare impresa scrivici a info@egosostenibilita.it e richiedi una consulenza gratuita. Scopriamo insieme come creare un ambiente dove l’Ego di tutti sia sostenibile e come far diventare la tua Azienda Egosostenibile.

 

 

 

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]